Le spedizioni riprenderanno regolarmente lunedì 28 agosto

Pizza e pane fanno davvero ingrassare?

Non esiste un alimento singolo che faccia ingrassare (o dimagrire), tanto meno un macro nutriente. Al nostro corpo serve tutto: carboidrati, proteine, grassi, zuccheri, fibre, vitamine... ecc. ecc. L’importante è assumerli cercando di rispettare un certo equilibrio tra loro senza superare il proprio fabbisogno calorico settimanale.

ARTICOLO di

 Rudy 

del

 24 Aprile
Pizza e pane fanno ingrassare

Pizza e pane fanno ingrassare?

 

Quante volte hai sentito dire da nutrizionisti o presunti tali di non mangiare Pizza e pane perché fanno ingrassare, perché l’indice glicemico, perché gli zuccheri, perché qui perché là…

 

Quello che dicono non è errato in termini assoluti, ma è completamente decontestualizzato. Tu in un pasto mangi carboidrati da soli o ti nutri con più alimenti ognuno con caratteristiche diverse?

 

Analizzare gli “effetti” di un singolo macro nutriente (in questo caso i carboidrati dei cerali) assunto all’interno di un pasto completo è come dire che la terra non è tonda perché da Gallarate Beach vedi la linea dell’orizzonte piatta.

 

Cosa significa ingrassare

Ingrassare, come dice la parola stessa, significa accumulare grasso che con il peso centra poco. Essendo il grasso piuttosto leggero è più una questione di volume.

 

E quando accumuliamo grasso?

Quando in un lasso di tempo piuttosto lungo, diciamo una settimana, dieci giorni, assumiamo più calorie di quelle che il nostro corpo richiede.

Punto e stop. Non c’è altro, ingrassiamo perché mangiamo più del dovuto e non perché ci cibiamo di pasta, pizza o pane.

 

Allora perché se mangio la pizza “ingrasso” di 1Kg?

Fermati un secondo, non ingrassi di 1Kg con una pizza, qualsiasi essa sia. Per accumulare un Kg di grasso è necessario un surplus calorico di almeno 9.000 Kcal.

 

Semplicemente accumuli liquidi, perché i carboidrati contenuti nella pizza vengono assimilati come glicogeno dall’organismo e per ogni grammo di glicogeno, immagazzini 3g di acqua.

 

Che è un male se il giorno dopo devi partecipare a Mr. Olimpia, ma è del tutto ininfluente per noi comuni mortali.

 

Quindi “ingrassare” e “aumentare di peso” sono due cose differenti come “dimagrire” e “perdere peso”.

 

Se da domani smetti di mangiare pasta, pane e pizza mantenendo invariato l’apporto calorico settimanale perderai peso (per un periodo) ma non dimagrirai, cioè la quantità di grasso corporeo rimarrà invariata e ti sarai sbarazzato dei soli liquidi.

 

Se invece da domani, pur continuando a mangiare pane, pizze, focacce e chi più ne ha più ne metta, riesci ad assumere meno calorie settimanali di quelle che consumi, il tuo organismo inizierà a utilizzare il grasso corporeo per compensare le calorie mancanti.

In questo caso la diminuzione di peso sarà meno repentina ma si innescherà un effettivo dimagrimento.

 

Come dicono quelli bravi: dimagrisci (quindi perdi grassi) se mantieni un regime alimentare ipocalorico.

 

Quindi posso mangiare la pizza oppure no?

Tendenzialmente sì, ma quale pizza?

 

La maggior parte dei luminari della nutrizione da social parlano di pizza come se tutto il male fosse nell’impasto e di pane come se in un pasto lo mangiassimo così, da solo, senza verdura o senza carne o senza legumi o senza che so io.

 

I carboidrati dei cereali fanno ingrassare… Quanti? In che stile di vita?  In quale soggetto? Abbinati a cosa? In quale regime alimentare?

 

L’elevato indice glicemico favorisce l’accumulo di grassi… A parte che andrebbe considerato il carico glicemico e non l’indice, ma poi i calcoli si fanno sull’intero pasto e non sul singolo alimento o peggio sul singolo macro nutriente.

 

Ma anche in questo caso l’affermazione è parzialmente valida (va sempre considerare l’alimentazione nella sua interezza) solo in soggetti già in sovrappeso e sedentari… Grazie al ca**o mi verrebbe da dire.

 

E ritorniamo alla domanda delle domande: “Tu mangi l’impasto cotto senza farcitura?

 

Una pizza Margherita conta circa 1000K calorie di cui quasi la metà è nella farcitura (olio EVO compreso).

 

Una pizza Napoletana friarielli, salsiccia e provola o una würstel e patatine può arrivare a 2000K calorie.

 

Duemila chilo calorie sono il fabbisogno calorico giornaliero di una persona che fa attività fisica costante e di buona intensità, capisci che il problema non è la pizza, ma quello che ci metti sopra.

E poco importa che sia condita con l’olio daggiù e la mozzarella di vacche allevate ascoltando Beethoven.

 

Stai mangiando in un’unica portata più di quello che dovresti mangiare in un intera giornata, quindi avrai una gran sete per la concentrazione di sale e faticherai a digerire per la quantità spaventosamente elevata di cibo ingerita.

 

Ma probabilmente NON INGRASSERAI perché durante il resto della settimana hai assunto meno calorie del tuo fabbisogno vero?

 

Certo nemmeno dimagrirai, ma è già qualcosa.

 

Come comportarsi con pane, pasta e similari

Lo stesso discorso vale per il pane, per la pasta e per tutto ciò che è fatto con farina di cereali.

Non importa cosa mangio, ma quanto ne mangio e con cosa lo accompagno.

 

Un conto è mangiare 80g di pane (integrale o bianco è la stessa identica cosa) con 200g di petto di pollo e 100g di lattuga.

 

Un altro sono 80g di pane con Pulled Pork, Salsa bbq e crispy bacon. Magari con il pane tostato nel grasso del bacon.

 

Il primo è un pasto che potresti mangiare tutti i giorni, il secondo me lo mangio durante un week end con gli amici e con tutti i contro del caso.

 

Ma ancora una volta, se nella norma mi nutro correttamente e ho un buon tenore di vita non farò grossi danni.

Probabilmente la notte dormirò un po’ peggio e il lunedì in palestra farò più schifo del solito, ma non importa, in 2 o 3 giorni tornerà tutto nella norma.

 

Quanto influisce il tipo di farina

Siamo molto vicini allo zero cosmico assoluto. Parliamo di micro variazioni che, se osservate all’interno di una alimentazione sana ed equilibrata, non hanno alcun peso.

 

Naturalmente un pane fatto con una farina tipo1 o tipo 2 macinata a pietra sarà più gustoso come anche il pane realizzato con farro o grano duro.

Ma più o meno i carboidrati sono gli stessi, le calorie pure e la differenza di fibre è esigua. Quindi scegli di mangiare il pane che ti piace di più nelle giuste dosi.

 

Oppure potresti pensare di usare farine integrali in purezza, ma panificati realizzati al 100% con farine integrali hanno più o meno gli stessi valori nutrizionali di un pane “bianco” con il vantaggio di saziare un po’ di più ma con la fantastica consistenza e sapore del cartone (ma sui gusti non discuto è solo la mia opinione personale).

 

Riasuntazzo brutto

Riassumendo non esiste un alimento singolo che faccia ingrassare (o dimagrire), tanto meno un macro nutriente.

 

Al nostro corpo serve tutto, carboidrati, proteine, grassi, zuccheri, fibre, vitamine… ecc. ecc.

L’importante è assumere tutti i nutrimenti (macro e micro) cercando di rispettare un certo equilibrio tra loro senza superare il proprio fabbisogno calorico settimanale.

 

Naturalmente ti starai chiedendo, che titolo ho per fare queste affermazioni.

Assolutamente nessuno, ma questo articolo è stato scritto con la supervisione del dott. Alex Ferrini, nutrizionista sportivo, atleta e personal trainer del quale ti lascio il link al profilo: Alex_ferrini_nutrizionista

 

Tutto quello che ho descritto oltre a essere la mia esperienza personale di 50enne quasi sportivo, trova conferma nelle linee guida del ministero della salute ed è avvalorato da moltissimi testi scientifici e universitari.
A questo link: libri consigliati, puoi leggere un bel articolo di Project Invictus con i testi consigliati per approfondire come si deve l’argomento.

 

Per oggi passo e chiudo e noi ci leggiamo al prossimo articolo.

 

Ciao raga, alla prossima!

Navigazione rapida

Iscriviti alla newsletter per scoprire i segreti della pizza fatta in casa! ​

Riceverai articoli esclusivi direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Inserisci la tua e-mail qui sotto e ti contatteremo appena il prodotto sarà disponibile.

Accedi

Ho un regalo per te

Iscriviti alla newsletter e ottieni subito il 10% di sconto* sul tuo primo ordine.

*offerta soggetta a condizioni